post

Volley, 1DM: Il CUS Spara… nise 3-2!

Davanti a un centinaio di spettatori che hanno gremito il Centro Sportivo “Falco” di Capua, il CUS Caserta ha iniziato col piede giusto questa nuova avventura nella Prima Divisione maschile.

I ragazzi di mister Di Caprio hanno infatti sconfitto Sparanise Volley con il punteggio di 3-2. Una partita molto tirata rimasta in bilico fino alla fine. Eppure i Vanvitelliani l’hanno avuta in pugno per larghi tratti, tanto è vero che si erano portati sul 2-0, in virtù del 29-27 dell’infinito primo set, e del 25-19 del convincente secondo.

Poi, però, forse per un eccesso di sicurezza, i rossoblù hanno inaugurato una sciagurata  e variegata serie di errori che ha avuto come logica conseguenza il ritorno in partita degli ospiti, i quali si sono aggiudicati sia il terzo (25-19) che il quarto set (25-16).

Una situazione paradossale che ha gettato tutti nel panico. Ma fortuna vuole che Panìco giochi nel CUS, ed è stata proprio la sua schiacciata a chiudere i conti sul 15-13 nel quinto e ultimo set, regalando il sofferto successo ai padroni di casa.

Luigi Fattore

                                            Segreteria CUS Caserta

post

Volley femminile, CNU – Caserta gioca con il cuore, ma con Torino è 0-3

Il risultato finale è di quelli netti, che non lasciano troppo spazio alle analisi. Eppure quella del “Falco” di Capua è stata una partita vera, intensa, con Caserta che ha rifiutato categoricamente il ruolo di vittima sacrificale assegnatale dal calendario: Torino infatti è una compagine tra le migliori nel panorama nazionale e può vantare al suo interno elementi che militano in Serie A2. Le ragazze guidate da Sabina Cerullo e Francesco Eliseo tuttavia si sono impegnate al massimo delle loro possibilità, e in un match quasi proibitivo hanno provato a complicare la vita alle piemontesi. Il primo set, per la verità, è stato – si potrebbe dire – di “ambientamento”. Le vanvitelliane sono rimaste un po’ sorprese dall’onda d’urto delle ospiti e hanno pagato dazio perdendo 10-25. Molto più combattuti il secondo ed il terzo set, terminati entrambi 18-25. Dei punteggi di tutto rispetto, considerate le differenze tecniche e le conoscenze di squadra, visto che il team di Caserta, allestito in breve tempo, non poteva avere quegli automatismi che si confanno a un gruppo affiatato come il CUS Torino. Ma il cuore, come detto, le casertane ce l’hanno messo tutto. Ed è questa la base da cui partire per affrontare il prossimo match (contro Roma o Roma Tor Vergata) il prossimo 2 aprile. La qualificazione ai CNU è partita in salita, ma è ancora aperta.

Luigi Fattore

Segreteria CUS Caserta