Privacy Policy Di Vico e Di Stasio firmano il 2-0 del CUS sul campo del Futsal Matese | CUS Caserta

Di Vico e Di Stasio firmano il 2-0 del CUS sul campo del Futsal Matese

ALIFE (CE) – Le parole amare di mister Barbato che sono seguite alla rovinosa sconfitta dell’Aulario contro Città di Acerra evidentemente hanno fatto breccia nel cuore e nella mente dei giocatori. Il CUS ha rialzato la testa sul campo del Futsal Matese ottenendo un successo meritato e soprattutto prezioso.

Il match con i matesini è stato molto combattuto, prova ne sia il primo tempo terminato a reti inviolate: un vero inedito per uno sport come il calcio a 5. Il CUS però è uscito fuori alla distanza, gestendo a proprio vantaggio i momenti concitati della ripresa, e dimostrando una lucidità e una compattezza di squadra che non si vedevano da tempo.

Con l’ottava vittoria in campionato, la quinta in trasferta, il CUS si colloca in una posizione di classifica rassicurante. Un dato che, insieme al recupero di molti effettivi – oggi mister Barbato ne ha portati con sé dodici -, può rappresentare una solida base per terminare la stagione nel migliore dei modi. Magari puntando ai play off senza assilli.

FUTSAL MATESE vs CUS CE, Primo Tempo

La partita fatica ad ‘aprirsi’. I primi minuti sono caratterizzati da una contrazione comune a entrambe le squadre, che fa sì che le occasioni limpide scarseggino sia da una parte che dall’altra. Anche le ripartenze potenzialmente pericolose vengono mal gestite sia dal CUS che dal Matese, con pochi uomini che accompagnano chi di volta in volta ruba palla a centrocampo, favorendo così il rientro dei difendenti.

Un altro elemento che accomuna casertani e matesini è la fase di possesso palla: mentre il CUS si appoggia a Di Vico, il Matese si affida al pivot Raucci. A trarre beneficio da questo scenario sono quindi coloro che girano attorno ai centravanti, vale a dire rispettivamente Menditto e Raviele.

Il 21 rossoblù, sicuramente il più positivo dei suoi nel primo tempo, si mette in evidenza partecipando a tutte le azioni. Parte da sinistra, salta uno o due uomini e si accentra. Questo lavoro di qualità, abbinato anche ai rientri che assicura nelle transizioni difensive, si traduce però in una perdita di lucidità al momento della conclusione, come dimostra l’occasione mancata all’8′, al termine di una pregevole combinazione orchestrata insieme a Di Vico e Furolo.

Però è proprio Menditto a salvare sulla linea di porta un tiro scoccato da Raviele al termine di una splendida giocata personale, con tanto di tunnel al suo marcatore diretto, che aveva superato anche Di Stasio (17′).

Passano quattro minuti e lo stesso Di Stasio si oppone con sicurezza al tentativo ravvicinato di Montone (21′).

Il finale di tempo è caratterizzato dalla verve di ‘Meme’ Rossi, entrato bene in partita, il cui tiro viene sventato da Mirto, e da un paio di tiri dalla distanza effettuati da Florio, che non impensieriscono Di Stasio.

FUTSAL MATESE vs CUS CE, Secondo Tempo

Dopo un bell’intervento di Mirto che nega il gol a Menditto (3′), il Matese inizia ad alzare i giri del motore. D’altro canto il CUS perde compattezza, e Di Stasio è costretto agli straordinari. Al 6′ il numero 1 casertano esce addirittura vincitore da un due contro uno, con gli attaccanti matesini che sbagliano la scelta finale.

Al 10′, però, Florio si incunea in area, cerca il contatto con l’immobile Di Stasio e si guadagna con furbizia un calcio di rigore. Le proteste che ne seguono ritardano il momento della battuta, tuttavia all’11’ è tutto pronto, e a presentarsi sul dischetto è Di Baia. Il destro del numero 9 è potente ma poco angolato, così Di Stasio lo neutralizza distendendosi sulla sua destra. Luongo, nel proteggere la ribattuta del portiere, viene scalciato da Ianniello: fallo, secondo giallo ed espulsione.

La partita cambia radicalmente. Il CUS prova a sfruttare la superiorità numerica momentanea: un minuto dopo Casella timbra il palo con un bel destro. Ma bisogna attendere quasi altri dieci minuti per il vantaggio. Il capitano si incarica di battere un calcio d’angolo dalla destra, pesca Di Vico fuori area, e il destro del centravanti viene solo sfiorato da Mirto e termina la sua corsa sotto l’incrocio dei pali. CUS avanti 1-0 al 21′.

Il Matese allora sfrutta la carta portiere di movimento (Di Leone), e si rende pericoloso in diverse occasioni. Ma quando Di Stasio è in giornata di grazia è letteralmente insuperabile, ne sa qualcosa Ricci. Non solo. Dopo l’ennesima prodezza, il portiere sfrutta la copertura di Menditto, visualizza la porta sguarnita del Matese, e al 35′, in pieno recupero, suggella la sua prestazione facendo cantare il sinistro e spedendo il pallone direttamente nella rete avversaria.

Il gol del 2-0 sancisce la fine del match. E forse un nuovo inizio per il CUS.

Clicca Qui per risultati, classifica e prossimo turno del girone A

Clicca Qui per il video della partita (Momenti chiave: 1 e 10 minuti; 1 ora e 20 minuti; 1 ora e 34 minuti)

Luigi Fattore

©Riproduzione Riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *