Privacy Policy Il CUS gioca con il cuore e guadagna un punto d’orgoglio con Sant’Agnello (2-3) | CUS Caserta

Il CUS gioca con il cuore e guadagna un punto d’orgoglio con Sant’Agnello (2-3)

CAPUA (CE) – Ci voleva una prestazione come quella sfoderata dal CUS contro Sant’Agnello, e non importa che alla fine il risultato reciti 2-3 in favore delle sorrentine. La squadra di Iacono ha dato tutto quello che poteva, annullando di fatto i dodici punti di differenza certificati alla vigilia dalla classifica e che, visto anche il malumore generale che aleggiava al ‘Falco’ nelle ultime settimane, non lasciava presagire nulla di buono per Caserta.

E invece le Vanvitelliane hanno tenuto testa alle forti avversarie, non scomponendosi nemmeno dopo aver perso piuttosto nettamente il primo set (17-25), caratterizzato in particolare dalle ottime percentuali realizzative fatte registrare da Gargiulo, Barbato e Coppola.

Tutt’altra storia nel secondo parziale, sintonizzato sulle frequenze dell’equilibrio grazie all’innalzamento del livello di gioco da parte del CUS tutto: Seggiotti si fa valere in difesa, e Tessitore, Ferraro, Picciuolo e Imparato portano Caserta sul 23 pari, mentre la spinta decisiva per la conquista del set (25-23) è opera congiunta di Costagliola (attacco vincente) e De Rosa (ace).

CUS Caserta-Sant’Agnello 2-3, terzo set perfetto delle Vanvitelliane

Sulle ali dell’entusiasmo, il CUS si approccia al terzo set con piglio quasi famelico, e a rappresentare questo spirito è soprattutto Picciuolo, che con attacchi e muri vincenti edifica una bella distanza tra Caserta e Sant’Agnello. Coppola e Barbato accorciano leggermente il gap, ma Tessitore, Ferraro e ancora la scatenata Picciuolo rifiniscono un set che rasenta la perfezione: 25-19 e CUS avanti 2-1.

Un po’ per lo sforzo profuso, un po’ per l’infortunio occorso a Costagliola nella parte centrale del terzo set, Caserta comincia male la quarta frazione e subisce subito il ritorno delle sorrentine, trascinate da Gargiulo e Coppola. Tessitore e Ferraro difettano di precisione in attacco, e Sant’Agnello fa suo il parziale agevolmente (12-25).

Un trend che si ripete anche nel quinto e decisivo set, dove, al netto degli acuti di Imparato, Tessitore e Rucco, il CUS non ne ha più, e cede ai servizi vincenti di Gargiulo Marianna, Barbato e Russo, che disegnano il 10-15 che vale il 2-3 e i due punti per Sant’Agnello.

A Caserta invece va un solo punto, ma è un punto ricco di orgoglio.

La situazione nel girone B

Tesserati con il CUS Caserta

Segui il CUS Caserta su Instagram

Luigi Fattore

©Riproduzione Riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *