Weekend nero per il CUS: KO calcio a 5, tennis tavolo e volley

CASERTA – Non ci poteva essere weekend peggiore per i colori del CUS Caserta. Tutti i tre team impegnati nelle rispettive discipline hanno rimediato altrettante sconfitte. A inaugurare questo festival tutt’altro che lusinghiero, la squadra di calcio a 5, che nella difficile trasferta di Arzano contro l’Oratorio San Ludovico è uscita sconfitta al termine di una partita tiratissima giocata gol su gol. Il punteggio finale ottenuto dai ragazzi di Barbato è stato di 5-6: le (inutili) reti Vanvitelliane portano la firma di Morelli (2), Scialla, Rossetti e Casella. La seconda sconfitta consecutiva, dopo quella dell’1 febbraio contro l’Atellana, fa scivolare i cussini al settimo posto in classifica, con l’accesso ai play off tornato pericolosamente in discussione.

Non se la passa meglio il tennis tavolo. La formazione diretta dal consigliere Giuseppe Porzio e allenata da mister De Turris non è riuscita a replicare la vittoria della settimana precedente ottenuta contro il San Nicola. I Cussini sono stati sconfitti amaramente nella tana della Stetam di Mugnano, compagine di un livello superiore: lo 0-5 finale testimonia più di ogni altra cosa la sproporzione di forze in campo. Ma l’avventura del CUS Caserta nel Tennis Tavolo è pur sempre un esordio, per cui almeno per questo campionato i giudizi dovranno tener conto di un’attenuante costante.

Ma la delusione più cocente è arrivata dal “Falco” di Capua, dove il team volley era chiamato al riscatto dopo il primo KO stagionale subito domenica 2 febbraio a Sparanise. Niente di tutto questo: è arrivato anche il secondo stop. E dire che i Vanvitelliani sembravano averla sfangata: dopo due set giocati molto al di sotto delle proprie capacità – anche per merito dei Normanni, sia chiaro – e quindi persi (18-25 e 19-25), i ragazzi di Di Caprio erano riusciti a rientrare in partita, aggiudicandosi terzo e quarto set (25-16 e 25-21) con una sicurezza ritrovata. Sicurezza che è stata poi dispersa sul più bello, perché nel quinto e decisivo set i Normanni si sono imposti 15-13. La sconfitta per 2-3 dà diritto comunque a un punto, lunghezza che serve al CUS per restare al comando della classifica con 18 punti, uno in più di Sparanise (17) e due sopra i Normanni (16), che però hanno un match da recuperare.

Luigi Fattore

Segreteria CUS Caserta

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*