Privacy Policy Calcio a 5 – Il CUS mette la quinta: battuto (6-4) anche il Matese | CUS Caserta

Calcio a 5 – Il CUS mette la quinta: battuto (6-4) anche il Matese

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Quinta vittoria su cinque partite disputate in campionato, la sesta se si considera la gara di Coppa Campania: questo inizio di stagione racconta di un CUS che sa solo vincere. Un momento d’oro per la squadra di Barbato, che oggi all’Aulario ha superato senza patemi il Futsal Matese, fanalino di coda insieme ai Sanniti.

PRIMO TEMPO – La partenza, però, è di matrice matesina: lo schema di schierare Di Stasio a centrocampo sul calcio d’inizio stavolta non riesce: Luongo si fa rubare palla e Di Baia trova la porta sguarnita dopo soli 7 secondi: 0-1.

Ma Luongo è un lottatore, e al terzo minuto di gioco ripara all’errore commesso trasformando in gol un lancio dalle retrovie: nulla da fare per Mirto: 1-1.

Una volta pervenuto al pareggio, il CUS inizia a macinare gioco. Luongo e Di Vico consolidano l’intesa dell’ultimo periodo e le occasioni fioccano. Tuttavia manca ancora qualcosa perché il tandem spicchi il volo definitivo: la corretta modulazione della precisione. Le conclusioni da buona posizione o si spengono sul fondo o sul palo (Luongo all’11’).

Un altro abbonato ai pali è Casella, che anche stavolta non si lascia scappare l’occasione con un bel destro al 13′.

Il CUS ci prova in tutti i modi, ma il sorpasso non arriva; allora sono gli ospiti a farsi pericolosi, chiamando Ferraro e Di Stasio a grandi interventi a stretto giro, rispettivamente su Raviele e Florio (minuto 17).

La pressione matesina non produce i suoi frutti, quindi Rossi si invola in contropiede e con un sinistro sicuro e preciso infila ancora Mirto: 2-1.

Raggiunto il vantaggio, il CUS non si ferma: vuole a tutti i costi il tris. Lo scatenato Luongo, Casella e Di Vico lo sfiorano più volte. Anche il rientrante Manni partecipa al festival dei tentativi, ma la squadra di De Pasquale resiste all’assedio e va al riposo sotto di un solo gol.

SECONDO TEMPO – La pausa non modifica l’inerzia del match: alla ripresa del gioco, il CUS continua a produrre occasioni e pali, con ancora Luongo protagonista. Casella si inventa ogni tipo di assist, ma Di Vico, pur con tutta la buona volontà, non riesce a trovare la gioia personale.

All’ottavo, l’ennesimo tentativo ribattuto di Di Vico finisce sul sinistro di Palmiero, che di prima intenzione scaraventa un pallone sotto l’incrocio dei pali: bella soddisfazione per il numero 12, reduce da un lungo periodo di inattività causa infortunio, siglare il 3-1 cussino.

A questo punto la squadra di Barbato allenta un po’ la presa, così i matesini conquistano campo e opportunità. Di Stasio dice di no a Raviele e Di Baia, e l’ottimo Crisci ringhia su Natale. Si rivelano fondamentali anche le chiusure di Ferraro. Insomma, il CUS sa soffrire, e quando riparte fa male: Manni indovina un destro chirurgico da fuori area che va a morire nell’angolino basso alla destra di Mirto: 4-1.

Ancora Di Stasio sventa gli attacchi di Florio e Natale, mentre Crisci lotta su tutti palloni come un leone; e allora il Matese deve inventarsi una grande azione per arrivare al gol: Montone conduce a centrocampo, serve Florio che si allarga sulla destra, cross in mezzo per l’accorrente Natale, che insacca al volo: 4-2 al 20′.

Il CUS però non si scompone, e appena un minuto più tardi ristabilisce le distanze con Rossi: è freddissimo il numero 24 a condurre il contropiede e a superare di sinistro Mirto: 5-2.

Al 25′ Cioffi entra al posto di Di Stasio, e subito si mette in evidenza opponendosi a un tentativo di Raviele. Lo stesso Raviele, però, ha modo di rifarsi sfruttando al meglio una bella combinazione con Montone: 5-3.

Cioffi non ci sta e nel primo minuto di recupero, approfittando dello sbilanciamento matesino, decide di risolvere lui in prima persona: si alza il pallone con le mani, lo calcia al volo di destro, e dai trenta metri lo spedisce dritto dritto sotto il sette, replicando quanto aveva fatto Di Stasio contro il Casaluce: 6-3.

La partita è praticamente finita, ma c’è tempo per l’ultimo acuto degli ospiti, che trovano il quarto gol con Di Baia su assist di Florio.

CUS dunque che raggiunge quota 15 in classifica, seguito a 13 dal Calvi; Futsal Matese fermo ancora a 0 punti insieme ai Sanniti, prossimo avversario dei casertani: appuntamento a Benevento sabato 6 novembre.

Luigi Fattore

©Riproduzione Riservata


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *