Privacy Policy Lotta – Il resoconto della Coppa Italia 2021 | CUS Caserta

Lotta – Il resoconto della Coppa Italia 2021

NAPOLI – Lo scorso 13 novembre, presso il complesso polisportivo del CUS Napoli , si è svolta la Coppa Italia 2021, manifestazione di rilevanza nazionale patrocinata dalla FIJLKAM.

Gli atleti, giunti nel capoluogo campano da tutta la Penisola, si sono misurati nelle categorie Seniores e Juniores Stile Libero e Seniores e Juniores Femminile, ovviamente differenziate ulteriormente per peso: da 125 kg a 53 kg.

Il pubblico, giunto provvisto di Green Pass e sistematosi sugli spalti nel rispetto della capienza consentita dalle disposizioni anti-Covid, ha assistito a incontri di alto livello agonistico, caratterizzati da grande energia, quasi come se tutti i lottatori non aspettassero altro, visto il lungo periodo di inattività imposto dalla pandemia.

Energia che nella lotta, disciplina antichissima, non è finalizzata all’abbattimento dell’avversario, quanto piuttosto a una sorta di liberazione personale. L’avversario non rappresenta nient’altro che uno specchio su cui proiettare, all’interno di un perimetro di regole ben definite e accettate di buon grado, quella sana aggressività presente in misura più o meno uguale in ogni essere umano: questo è il senso nobile che accomuna tutte le arti marziali.

Di fatto, chi esce vincitore da un incontro di lotta è l’atleta che nel confronto con l’avversario o, proseguendo nella metafora dello specchio, con se stesso sarà riuscito a liberarsi di più.

Alla kermesse nazionale hanno preso parte anche tre universitari casertani: Emmanuele De Lucia (86 kg), Matteo Mendozzi (70 kg) e Damiano Iannaccone (74 kg), accompagnati e sostenuti dai tecnici Raffaele Perillo, Salvatore De Lucia e Anthony Fasugba.

Emmanuele De Lucia, cat. 86 kg, studente di Matematica della Federico II e atleta tesserato con l’Associazione Nazionale Carabinieri, al termine di una brillante performance, che lo ha visto superare nettamente per tecnica e potenza Dos Santos Gabrielli Pedro prima e Bigliani Edoardo poi, ha dovuto cedere a Foti Matteo in fondo a un incontro tiratissimo condotto per lunghi tratti e perso solo “in contropiede”. Tuttavia, Emmanuele è riuscito a mitigare parzialmente la delusione con la conquista della medaglia di bronzo, avendo la meglio su Marco Gigliotti in un no contest: 10-0.

Matteo Mendozzi, cat. 70 kg, studente di Ingegneria della Federico II e atleta tesserato con il CUS Caserta, ha preso parte alla manifestazione nonostante un infortunio subito nell’ultimo allenamento e con il dolore che ha raggiunto il picco proprio nella fase di riscaldamento pre-gara. Matteo, da vero lottatore, ha voluto comunque prendere parte al combattimento contro Mario Esposito, dimostrando tenacia e buona tecnica di base. E anche se il suo lodevole approccio non è servito a superare il turno, ha portato a casa i primi punti targati-CUS in una gara di Lotta di portata Nazionale.

Damiano Iannaccone, cat. 74 kg, studente di Giurisprudenza della Luigi Vanvitelli e tesserato con le Fiamme Oro, non è stato molto fortunato nel sorteggio, visto che l’urna gli ha assegnato Francesco Iazzetta, lottatore di casa (CUS Napoli) e alla vigilia uno dei favoriti per la vittoria finale. Damiano, nonostante gli sfavori del pronostico, è stato in ogni caso autore di una prova apprezzabile, una base da cui ripartire per affrontare al meglio gli impegni del 2022.

Luigi Fattore

©Riproduzione Riservata


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *