Privacy Policy Natale al secondo posto per il CUS: 3-0 sul campo della Appio Sporting Village!

Natale al secondo posto per il CUS: 3-0 sul campo della Appio Sporting Village!

CANCELLO ED ARNONE (CE) – Il CUS si fa un bel regalo di Natale: il secondo posto in solitaria. Con il brillante 3-0 ottenuto sul campo della Appio Sporting Village, il team di mister Palma si consolida al vertice della classifica del girone A, staccando di tre punti la Libertas Cerreto e con il Koiné a una sola lunghezza.

Il netto successo di Cancello ed Arnone è stato figlio di una prestazione di sostanza da parte delle Vanvitelliane. Che, da squadra matura, sono state in grado di colpire nei momenti decisivi della partita, forti anche dell’ennesima super prestazione di Giovanna Papa, un’autentica saracinesca su cui si sono infranti i pur numerosi e apprezzabili tentativi delle padrone di casa.

Natale al secondo posto per le Vanvitelliane

ASV-CUS CE 0-3, Primo Tempo

Sostenuta da un nutrito gruppo di tifosi locali, la ASV nei primi minuti di gioco manifesta l’intenzione di fare la partita e di regalare una gioia ai suoi supporters. A farsi carico di questa istanza, in particolare, sono Torrico, Orsi e Del Vecchio, i cui attacchi sono spesso ispirati da Fusco.

Ma Papa non vuole saperne, e sventa tutti gli assalti, come succede al 7′ su quello ad alto coefficiente di pericolosità portato da Del Vecchio.

Con un portiere in stato di grazia per il CUS allora diventa più ‘accettabile’ giocare di ripartenza, anche perché le transizioni offensive non tardano a produrre frutti.

Al 9′, Amico, servita da Natale, invia un primo avvertimento a Trinchello, salvata soltanto dal palo. Ma sei minuti più tardi, sull’ennesimo contropiede, le minacce della numero 11 cussina si fanno più esplicite, tanto è vero che Orsi è costretta a fermare con le cattive la corsa della vanvitelliana e a meritarsi un cartellino rosso per fallo da ultimo uomo.

Così come in ambito processuale due indizi fanno una prova, allo stesso modo in ambito calcettistico due avvertimenti fanno un gol: la susseguente punizione dal limite viene battuta da Gagliardi, che aziona il destro ‘distruttivo’ con cui Amico trafigge Trinchello e porta avanti Caserta: al 16′, 0-1.

Nonostante lo svantaggio e la momentanea inferiorità numerica, la ASV continua a giocare e a presentarsi al cospetto di Papa. Tra il 17′ e il 21′ sono ben tre i salvataggi che la 77 effettua sulle altrettante conclusioni di Del Vecchio, di cui l’ultima della serie favorita da un errore di Ferrara che aveva messo involontariamente la 21 a tu per tu con il portiere casertano.

Il CUS rischia ancora al 24′, ma anche lo sforzo di Di Giovanni viene vanificato da un’altra grande parata di Papa.

E allora, dopo aver sofferto il ritorno della squadra di Lagnese, Caserta può respirare, chiudendo in crescendo il finale di tempo; tuttavia, i tentativi di Ruggiero, Salzano e Gagliardi non portano al raddoppio: forse sarebbe stato troppo.

Natale al secondo posto per le Vanvitelliane

ASV-CUS CE 0-3, Secondo tempo

Il tema tattico non subisce modifiche nella ripresa, e anche i protagonisti sulla scena restano pressoché i medesimi. In particolare, prosegue il duello tra Delvecchio e Papa, ma anche l’esito è in linea con quanto visto nella prima frazione: la 77 esce sempre vincitrice dal confronto.

E allora il CUS insiste con i contropiede, che possono beneficiare anche dell’apporto della neo tesserata Zito. Ed è proprio Altea, al 38′, a siglare il raddoppio casertano trasformando in oro una splendida verticalizzazione di Ferrara: la numero 8 raccoglie l’invito della 14 e infila Trinchello sul secondo palo: 0-2.

Il doppio vantaggio pone il team di Palma in una condizione ideale: gli spazi in avanti si allargano, e Ruggiero può fare sua tutta la profondità. Tuttavia i pur numerosi assalti della 9 non riescono a scuotere la rete. Anche Catapane e Salzano ce la mettono tutta per chiudere i conti, ma Trinchello riesce sempre ad avere l’ultima parola.

Il CUS però ha il merito di credere nel tris, anche perché le transizioni generano grossi affanni alla retroguardia di Lagnese. Infatti, al 55′, c’è il tempo per un altro cartellino rosso per fallo da ultimo uomo: stavolta è Ventre a fermare sul più bello un’incursione di Salzano.

La capitana Pisciotta si assume la responsabilità della battuta dal limite dell’area. E fa bene, perché il suo destro passa attraverso la barriera e beffa Trinchello, chiudendo di fatto il match al 56′.

Negli ultimi minuti non accade nulla che possa alterare un risultato oramai più che acquisito: settima vittoria su otto partite disputate, 21 punti in classifica e secondo posto.

Se è vero che a Natale si è tutti più buoni, questo CUS rappresenta l’eccezione che conferma la regola. Il team del duo Palma-Russo in prossimità delle Feste si è riscoperto spietato più che mai, non regalando niente a nessuno. Se non a se stesso.

Risultati, Classifica e Prossimo Turno del Girone A!

Tesserati con il CUS Caserta!

Segui il CUS Caserta su Instagram!

Luigi Fattore

©Riproduzione Riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy Cookie Policy Termini e Condizioni