post

CNU Tennis Tavolo: Caserta organizza, Catania vince

Alla fine del torneo universitario svoltosi presso il Palazzetto del Tennis Tavolo di San Nicola La Strada dal 22 al 23 giugno, i dirigenti del CUS Catania si sono congratulati per l’efficiente organizzazione messa in piedi dal CUS Caserta, in nome del presidente Vincenzo Corcione e del delegato alla sezione TT Giuseppe Porzio, con la preziosissima collaborazione di Stefano Brignola, presidente dell’ASD Tennistavolo San Nicola La Strada, e di Mario Soraci, delegato del CUSI. A confermare quanto non fossero frasi di circostanza pronunciate tanto per, ci sono i risultati sul campo, anzi sul tavolo: i siciliani si sono trovati talmente a proprio agio che hanno fatto man bassa, prendendo tutte le medaglie che c’erano da prendere.

Cinque i CUS (Caserta, Catania, Camerino, Messina e Napoli) che si sono sfidati nelle seguenti quattro discipline: singolare maschile, singolare femminile, doppio maschile e doppio misto.

Come detto, gli ori sono andati tutti ai siculi. In particolare, nel singolare maschile ha trionfato Ivan Mirabella, che con un perentorio 3-0 si è sbarazzato, in finale, di Francesco Silveri (CUS Camerino); mentre al terzo posto il CUS Napoli (Vardaro Remigio e Papa Francesco). Stesso epilogo anche nel singolare femminile, dove Roberta Siena ha avuto la meglio sulla compagna di CUS Sabrina Rapisarda. Se già sul piano individuale Catania ha mostrato tutta la sua competitività, l’unione delle forze non poteva che ribadire questo concetto. E infatti, ai siciliani sono andati anche il doppio maschile, grazie al duo Ivan Mirabella/Daniele Rizzo (battuto Camerino, Matteo Molini/Francesco Silveri), e il doppio misto, in virtù del tandem Ivan Mirabella e Roberta Siena (contro Catania stesso, Rizzo/Rapisarda). In pratica Mirabella ha portato a casa tre medaglie d’oro, tenendo fede all’appellativo Ivan il Terribile.

E i padroni di casa? Come si sono comportati i vanvitelliani? Non male. In particolar modo a distinguersi è stata la cussina Stefania Gravina, che è riuscita a salire sul podio ottenendo due bronzi: nel singolare femminile (ex aequo con Miriam Piraino del CUS Messina) e nel doppio misto, insieme al compagno di CUS Giovanni Iaculo (a pari merito col duo UNIME Piraino/Simone Zaccone).

Al termine della manifestazione sono seguite le parole di ringraziamento pronunciate dal presidente del CUS Caserta Vincenzo Corcione e Sergio Roncelli, presidente del CONI Campania e commissario della FITET Campania, i quali hanno proceduto anche alle premiazioni.

La kermesse sannicolese è stata non solo un’occasione di sport e divertimento che ha unito diverse compagini italiane, ma ha rappresentato anche una sorta di “aperitivo” per quelle che saranno le Universiadi 2019 (3-14 luglio) che si disputeranno a Napoli e nelle altre province campane, che comprendono, tra le discipline, anche il tennis tavolo: le gare si svolgeranno al PalaTrincone di Pozzuoli.

Luigi Fattore

Segreteria CUS Caserta

 

post

A San Nicola La Strada (22-23 giugno) i CNU di Tennis Tavolo!

Con grande soddisfazione il CUS Caserta annuncia che ospiterà i Campionati Nazionali Universitari di Tennis Tavolo, che si terranno il 22 e il 23 giugno prossimi presso lo splendido Palazzetto del Tennis Tavolo di San Nicola La Strada sito in via Luigi D’Andrea. L’occasione è gradita per invitare, oltre a tutti i CUS dislocati sul territorio italiano, gli studenti della Luigi Vanvitelli a prendere parte alla manifestazione, sia come atleti che come spettatori, al fine di ottenere la più ampia partecipazione per un evento che sta particolarmente a cuore al presidente del CUS Caserta Vincenzo Corcione e al sindaco di San Nicola La Strada Vito Marotta. Di seguito pubblichiamo il regolamento CUSI che disciplinerà il torneo oltre ai suggerimenti logistici.

CNU TENNISTAVOLO Regolamento 2019

Albergo EMPIRE-2

albergo tulip

Luigi Fattore

Segreteria CUS Caserta

post

Bilancio L’Aquila 2019: freddo, medaglie, addii e belle speranze

L’eccezionale ondata di maltempo che si è abbattuta sull’Italia non ha risparmiato L’Aquila. Una città il cui clima, peraltro, secondo un detto napoletano di nuovo conio, consiste in “undici mesi ‘e fridd e uno ‘e frisc“. Per cui l’ostilità di questo mese di maggio che di maggio ha soltanto il nome nel capoluogo abruzzese non rappresenta certo una novità. Lo conferma la reazione della gestrice del b&b presso cui ha alloggiato il CUS Caserta in occasione dei Campionati Nazionali Universitari (18-26 maggio) che, davanti alla meraviglia esibita dalla delegazione vanvitelliana nel constatare – nel momento dell’insediamento in camera -, la preventiva attivazione dei termosifoni, ha risposto con una dose di stupore ancora maggiore, come a dire: siamo a maggio, è normale che siano accesi.

Non che le basse temperature non ne giustificassero l’accensione, sia chiaro, ma i casertani, abituati pur sempre all’esistenza della primavera, si rifiutavano di accettare quello stato delle cose. Nonostante le scarse possibilità concesse dai meteorologi la prospettiva di un riassestamento climatico riusciva in qualche modo a ritagliarsi uno spazio importante all’interno dei loro cuori. Ma i termosifoni accesi sentenziavano senza appello l’irreversibilità della situazione. Faceva freddo. Punto. Meglio farsene una ragione.

E allora quale modo migliore di riscaldarsi se non fare sport? Magari anche con spirito competitivo. Magari anche con qualche bel risultato. Così come era accaduto a Campobasso lo scorso anno, anche nell’edizione 2019 i casertani hanno conquistato sette medaglie: cinque bronzi e due argenti.

Quattro sono arrivate dal Taekwondo, una disciplina che regala sempre grandi soddisfazioni ai vanvitelliani, anche grazie all’ottimo lavoro svolto dal maestro Nicola Fusco. A salire sul podio sono stati Pietro D’Angelo nella categoria forme, Nadia Piccegna (forme e combattimento) e Alessandra Facciuto (combattimento). Per Pietro e Nadia si è trattata dell’ultima esperienza ai CNU (l’anno prossimo per entrambi verranno meno i requisiti di partecipazione), ma possiamo stare certi che troveranno il modo di continuare ad irradiare al CUS ambizione, positività e esuberanza, qualità con cui forgiare i giovani atleti che verranno. Tra cui anche la stessa Alessandra Facciuto, una studentessa dall’elevato potenziale che già nel 2020 promette di presentarsi più agguerrita che mai: il bronzo aquilano non è che il punto di partenza per un futuro di successi targati Caserta.

Molto bene la new entry Damiano Iannaccone, studente vanvitelliano che è riuscito a salire sul podio nella difficile disciplina della lotta libera. Anche in questo caso si è rivelato a dir poco prezioso il contributo dell’appassionato maestro Salvatore De Lucia. Le belle sensazioni che hanno condiviso entrambi nel prendere parte alla kermesse aquilana lasciano ben sperare per il futuro universitario di uno sport, la lotta, che spesso è sottovalutato ma che piano piano si sta diffondendo, basti pensare alla determinazione con cui gli atleti si sono affrontati sul tappeto.

Infine gli argenti portano la firma di due esordienti con il CUS Caserta, vale a dire Antonia Pepe e Carmela Mirra, ottimamente allenate rispettivamente dai maestri Gianluca Lodato e Sandro Froncillo. Due pugilesse che si sono battute con altissima intensità in match molto difficili. Ecco, forse le loro performance rappresentano idealmente la base su cui costruire il CUS vincente di domani. L’entusiasmo e la passione che hanno riversato sul ring non sono passate inosservate – anche le avversarie, benché abbiano vinto ai punti, se ne sono accorte. Con un atteggiamento combattivo e propositivo si sono guadagnate di diritto l’appellativo di “Belle Speranze”.

Ma una menzione la meritano anche coloro che purtroppo non sono andati a medaglie. E parliamo dei ragazzi dell’atletica: Luca Celiento e Federico Crisci; quelli del karate: Carlos Valentino, Carmine Villano e Giuseppe Di Monda; e la squadra di calcio a 5 del mister Gianpaolo Barbato, del dirigente Piero Bellofiore e del capitano Rosario Vigliotti (anche lui ai saluti dopo ben sette partecipazioni ai CNU). Senza dimenticare le formazioni che non sono riuscite a qualificarsi anche a causa di sorteggi non particolarmente benevoli: parliamo del team rugby di coach Vincenzo Paolisso e della squadra di volley femminile diretta dal duo Francesco Eliseo e Sabina Cerullo.

Purtroppo a volte l’impegno non basta per ottenere i risultati sperati, perché ci sono anche gli avversari, come è giusto che sia; ma tenere sempre vivo l’interesse per lo sport universitario, riuscire a trovare il modo e il tempo di partecipare a delle manifestazioni così tirate nonostante gli impegni lavorativi e di studio rappresenta di per sé una piccola grande vittoria.

Il presidente Vincenzo Corcione lo sa e per questo è orgoglioso dei suoi ragazzi.

 

Luigi Fattore

Segreteria CUS Caserta

 

 

 

post

Kettlebell Sport: tre atleti del CUS ai Mondiali in Irlanda

Dal 24 al 26 maggio si svolgerà in Irlanda il campionato del mondo W.K.S.F. di kettlebell sport.

A sfidare alcuni dei più forti rappresentanti della disciplina a livello mondiale, saranno presenti anche tre atleti del C.U.S. Caserta:

Giuseppe Rizzo disciplina “Biathlon” Elite, cat. 87 kg – Team: Italia.

Francesco Manzo disciplina “Long Cycle” Amateur, cat. 87kg – Team: Italia.

Carlo Francesco Fuccia disciplina “Long Cycle” Amateur cat. 87 kg – Team: Irlanda.

In bocca al lupo, ragazzi!

Segreteria CUS Caserta

post

Universiadi, conferenza stampa: anche il CUS Caserta al Foro Italico

Si è svolta al Foro Italico, nella fantastica cornice degli Internazionali d’Italia di tennis, la conferenza stampa di presentazione delle Universiadi 2019 che si disputeranno a Napoli e nelle altre province campane dal 3 al 14 luglio. Tante le istituzioni che hanno preso parte all’evento. Tra le altre, la Regione Campania, rappresentata dal governatore Vincenzo De Luca, e il Governo, nella persona del Sottosegretario con delega allo Sport Giancarlo Giorgetti. Per il CUSI, invece, erano presenti il presidente Lorenzo Lentini e il Segretario Generale Antonio Dima. Mentre, a fare le veci dello sport universitario casertano, Vincenzo Corcione, presidente del CUS Caserta, e Marcellino Monda, delegato del rettore dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli.

Il sottosegretario Giancarlo Giorgetti prende la parola sotto lo sguardo attento del governatore Vincenzo De Luca.

Diversi gli spunti di riflessione emersi dalla presentazione della prestigiosa kermesse, tuttavia sono due i punti di maggiore interesse peraltro strettamente connessi tra loro. E cioè che un evento di simil portata rappresenta una grandissima occasione di rilancio. non solo per la Campania, ma per l’Italia stessa. Una sfida ambiziosa raccolta assumendo un impegno economico non indifferente – si parla di un esborso di circa 270 milioni di euro di cui 130 riservati alle infrastrutture -; ma anche di opportunità di lavoro e di volontariato che vede il coinvolgimento di alcune migliaia di persone. Tutti gli interventi dei presenti sono stati caratterizzati da orgoglio e soddisfazione per la serietà e la competenza che stanno accompagnando la marcia di avvicinamento alle Universiadi.

Il presidente del CUS Vincenzo Corcione e il segretario del CUSI Antonio Dima durante la conferenza.

Ma allo stesso tempo – ed è questo il secondo punto su cui tutti concordano – da un grande potere derivano grandi responsabilità. Per cui il senso ultimo di questa “occasione” non è quello di fermarsi al 14 luglio, ma di proseguire oltre. Costituire una base di partenza per una visione futura perseguibile attraverso la cura degli impianti consegnati “chiavi in mano”, la promozione della pratica sportiva e in generale della cultura dello sport, materia che non è seconda a nessuna e che troppo spesso viene sottovalutata. Eppure sono molteplici le ripercussioni positive che lo sport può avere sulla società, non solo in termini di benessere, educazione, disciplina e rispetto; ma anche, perché no, come volano di economia soprattutto nelle zone sottosviluppate che beneficeranno degli sforzi della Regione. Insomma, il percorso che si chiuderà il 14 luglio non sarà che il primo chilometro di una lunghissima maratona tutta da sognare, affrontare, godere, vivere. E vincere.

Luigi Fattore

Segreteria CUS Caserta

post

Triathlon, Ischia Sunset: podio per Mario Apparente e Massimo Rubino De Ritis!

Bella esibizione del CUS Caserta all’Ischia Sunset, kermesse di triathlon giunta alla nona edizione. I nostri atleti, come sempre, hanno onorato la maglia ottenendo dei risultati di tutto rispetto. In particolare davvero ottime le prestazioni di Mario Apparente e Massimo Rubino De Ritis, classificatisi entrambi al terzo posto nelle rispettive categorie Senior 2 e Master 4; mentre nelle classifiche assolute hanno occupato rispettivamente la 26ma e la 46ma posizione. Peccato per Salvio D’Acunto, il quale è stato costretto al ritiro per un problema fisico. Ma non mancherà occasione per dire la sua. La stagione è appena cominciata e la compagine vanvitelliana ha tutto per competere ad alti livelli.

Luigi Fattore

Segreteria CUS Caserta

post

XVIII Assemblea Federale dei Soci: rieletto il presidente Vincenzo Corcione. Entrano nel Consiglio Direttivo Sabina Cerullo, Giuseppe Porzio e Nicola Busino. Premiati gli atleti che hanno brillato ai CNU 2018 di Campobasso.

Lo scorso 18 aprile si è svolta la XVIII Assemblea Federale dei Soci del CUS Caserta che ha avuto ad oggetto anche l’elezione delle cariche elettive per il quadriennio 2019-2022.

Questo l’esito delle votazioni:

Presidente: rieletto Vincenzo Corcione

Consiglio Direttivo: rieletti Domenico Crispino Marina del Pezzo Agostino Santillo Francesco Duranti; nuovi eletti Nicola Busino, Giuseppe Porzio Sabina Cerullo

Il nuovo Consiglio Direttivo (assenti Nicola Busino e Agostino Santillo): da sinistra Marina Del pezzo, Domenico Crispino, Francesco Duranti, Vincenzo Corcione, Sabina Cerullo e Giuseppe Porzio

Collegio dei Revisori: rieletti Giuseppe Antonio Cuscuna’ e Michele Cicia; nuovo eletto Piero Bellofiore

Rappresentante dei Tesserati CUSI: Pierluigi Esposito, supplente Odoardo Montariello

Al termine delle elezioni si è proceduto a premiare gli atleti che ben hanno figurato ai Campionati Nazionali Universitari 2018 di Campobasso.

Il rieletto consigliere Domenico Crispino premia Rosario Vigliotti, capitano della squadra di calcio a 5, terza classificata ai CNU 2018.

 

Il presidente Vincenzo Corcione conferisce un premio speciale a Piero Bellofiore, calcio a 5, come miglior dirigente dell’anno.

Il neo consigliere Giuseppe Porzio premia Nadia Piccegna, conquistatrice a Campobasso 2018 di ben due bronzi nella disciplina Taekwondo (forme e combattimento).

Mariarosariacristina Crisci, presidente della Commissione Verifica Poteri, premia Pietro D’Angelo, oro a Campobasso 2018 nella disciplina Taekwondo (forme)

Il consigliere Francesco Duranti premia Anna Formicola, conquistatrice dell’oro Taekwondo nella categoria forme-freestyle.

Impegni improrogabili non hanno permesso a Jessica Palmieri e Claudia Cavallaro, rispettivamente bronzo nel pugilato e oro nella scherma, di prendere parte alla premiazione, ma un grande plauso va anche a loro, protagoniste di performance di alto livello.

Non resta che fare un grosso in bocca al lupo ai ragazzi che competeranno anche a L’Aquila dal 17 al 26 maggio. Forza CUS Caserta!

Luigi Fattore

Segreteria CUS Caserta

post

Volley – Orgoglio CUS: il 3-2 a Tor Vergata non vale i CNU, ma è stato bello vincere

È stato bello vincere. Anche se la vittoria non porterà il CUS Caserta a L’Aquila: la qualificazione sarà un fatto privato tra Torino e Tor Vergata. Ma non importa. Oggi le casertane hanno dato fondo a tutte le loro energie per raggiungere un obiettivo di diversa portata, visto che quello “primario” era già compromesso dopo lo 0-3 con le piemontesi: l’orgoglio. Per ognuna di loro contavano solo tre cose: passione, attaccamento alla maglia e divertimento. Tre ingredienti che hanno prodotto un succulento 3-2 ai danni dei padroni di casa. Il punteggio sofferto fotografa in maniera emblematica la determinazione messa in campo dalle vanvitelliane. È stato un continuo inseguire, ma alla fine il successo è arrivato. Intendiamoci: sin da subito le ragazze di Sabina Cerullo hanno proposto un gioco aggressivo e vivace; solo che sul più bello capitava sempre l’errore che interrompeva una serie interessante a tutto vantaggio delle romane. Così il primo set si chiude 19-25 con non pochi rimpianti.

Coach Sabina Cerullo indica alle sue ragazze la via per la vittoria

Rimpianti che sono stati trasformati in motivazioni supplementari nel secondo set, vinto 25-23. Le casertane hanno alzato il loro livello di gioco, con Martina Del Vaglio a guidare le compagne grazie ad alzate di gran classe: una vera manna per la vena realizzativa di Ileana Decato e Roberta Giannini. L’inerzia favorevole di Caserta prosegue anche nella terza partita, ma ritornano gli errori gratuiti, soprattutto al servizio: Tor Vergata si riporta avanti: 25-21. Nel quarto e nel quinto set, però, le vanvitelliane ce la mettono davvero tutta, attingendo al “fuoco” di Roberta Di Marzo, alla solidità di Serena Sposito, alle letture di Emanuela Petrella e all’esplosività di Maria Grieco. Senza dimenticare gli incitamenti dalla panchina di Rosa D’aiello e Martina Mastroianni. Un mix letale per le laziali: le rossoblù passano 25-19 prima e 16-14 nell’ultimo e decisivo set. Tornando a casa senza qualificazione, è vero, ma con lo sguardo fiero di chi l’anno prossimo ci riproverà.

Luigi Fattore

Segreteria CUS Caserta

 

post

Convocazione della XVIII Assemblea Federale dei Soci del C.U.S. Caserta

Il Consiglio Direttivo del C.U.S. Caserta nella seduta del 22.03.19, ha deliberato che giovedì 18.04.2019 si terrà, alle ore 12.30, a norma degli artt. 19 e 24 dello Statuto CUSI, l’elezione del rappresentante effettivo e supplente dei tesserati CUSI. Inoltre, lo stesso giorno alle ore 13.00 in prima ed alle 15.00 in seconda convocazione, ai sensi dell’art. 12 comma 2 dello Statuto CUS è convocata l’Assemblea Ordinaria Elettiva dei soci sempre presso il Dipartimento di Matematica e Fisica della Università degli Studi della Campania “L. Vanvitelli”, sito in Caserta al viale Lincoln n.5, Aula G, con il seguente ordine del giorno:
1) Elezioni rappresentanti dei tesserati CUSI;
2) Costituzione degli uffici dell’Assemblea;
3) Approvazione:
a) Relazione tecnico morale e finanziaria del Presidente;
b) Relazione del Collegio Sindacale;
c) Bilancio Consuntivo 2018;
4) Rinnovo cariche sociali:
a) Elezione del Presidente;
b) Elezione dei componenti del Consiglio Direttivo;
c) Elezione dei componenti del Collegio dei Revisori dei Conti;
5) Premiazione atleti CNU 2018;
6) Varie ed eventuali;

Il Presidente
Avv. Vincenzo Corcione

Caserta, 28.03.2019

 

18^ ASSEMBLEA FEDERALE DEL CUS CASERTA
CASERTA, SABATO 18 APRILE 2018

CANDIDATURE RAPPRESENTANTE DEI TESSERATI CUSI DEL CUS CASERTA

Ai sensi dell’art. 22 comma 5 del regolamento di attuazione dello Statuto CUSI, dovranno pervenire le candidature per l’elezione del rappresentante dei tesserati CUSI del CUS Caserta, entro e non oltre le ore 13.00 di sabato 6 aprile p.v., presso la Segreteria Generale del CUS Caserta sita in Caserta alla via Patturelli n.29.
Le candidature alla carica di rappresentante dei tesserati CUSI del CUS Caserta potranno essere presentate da tesserati regolarmente iscritti per l’A.S. 2018/19.
Le proposte di candidatura dovranno essere sottoscritte dal candidato. Ogni candidato potrà presentare una sola candidatura.

Caserta, 28.03.2019
Il segretario del CUS Caserta
Dott. Luigi Fattore

18^ ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DEL CUS CASERTA

CANDIDATURE CARICHE ELETTIVE

In applicazione dell’art. 6 del regolamento di attuazione dello Statuto CUSI, approvato in data 10 novembre 2018, le candidature per la carica di Presidente, di Componente del Consiglio Direttivo e di Componente del Collegio dei Revisori dei Conti del CUS Caserta dovranno pervenire, entro e non oltre le ore 13.00 di sabato 6 aprile p.v., alla Segreteria Generale del CUS Caserta, che provvederà ad inoltrarle alla Commissione Controllo Candidature nominata dal C.D. del CUS Caserta.
Le candidature alla carica di componente il Consiglio Direttivo o Presidente dovranno essere presentate da Soci del CUS Caserta regolarmente iscritti per l’A.S. 2018/2019, mentre le candidature alla carica di Componente il Collegio dei Revisori dei Conti potranno essere presentate sia da Soci che da non Soci iscritti al Registro Nazionale dei Revisori Contabili.
Le proposte di candidatura dovranno essere sottoscritte dal candidato. Ogni candidato potrà presentare una sola candidatura. In caso contrario, le sue candidature saranno tutte annullate.

Il Presidente del CUS Caserta
Avv. Vincenzo Corcione

Caserta, 28.03.2019

post

Kettlebell Sport: Il CUS Caserta si prende Milano

Dopo la recente conquista dei Regionali, il CUS Caserta sorprende ancora ai Campionati Italiani assoluti di Kettlebell Sport disputati lo scorso 24 marzo a Vanzaghello in provincia di Milano, affermandosi così di diritto come una delle nuove realtà emergenti della disciplina a livello nazionale. Il team vanvitelliano, centrando tutti gli obiettivi della vigilia, ha infatti piazzato sul gradino più alto del podio tre dei suoi atleti ben figurando nei confronti di squadre agguerrite e certamente più esperte e titolate. In “serie B” si segnalano le belle vittorie di Odoardo Montariello, nella categoria peso 74Kg, e di Francesco Manzo, categoria 87 Kg, entrambi al primo posto, rispettivamente, nelle discipline “Biathlon” e “Long Cycle”. Grazie all’ottimo punteggio conseguito in gara, Montariello e Manzo conquistano, inoltre, il titolo di KMS (Candidato Master Sport) ponendo così solide premesse al loro futuro passaggio di categoria in massima serie.

Giuseppe Rizzo mostra orgoglioso il trofeo che gli vale il titolo di Campione d’Italia Serie A/Elite

La ciliegina sulla torta è rappresentata però dal grande risultato di Giuseppe Rizzo che, con i suoi 73 slanci e 92 strappi con ghirie da 32kg, si è laureato Campione d’Italia “serie A/Elite” di Biathlon (categoria di peso 87kg) guadagnandosi anche l’ambitissima convocazione in Nazionale! Il Capitano del CUS Caserta avrà così la possibilità di difendere i colori azzurri ai prossimi Mondiali che si svolgeranno in Irlanda nel mese di maggio a coronamento di una crescita esponenziale che lo ha portato, nel giro di nemmeno due anni, ad imporsi come uno degli atleti più promettenti nel panorama del kettlebell sport italiano.

Tutta la concentrazione e la forza di Odoardo Montariello in azione

Si segnala, infine, l’esordio assoluto in una competizione nazionale del giovane atleta Nicola Barba che, in “serie C/Amateur” specialità Long Cycle, ha confermato, pur non salendo sul podio, quanto di buono aveva già fatto vedere ai precedenti campionati regionali.

Pierluigi Esposito

per la Segreteria del CUS Caserta