post

Volley, 1DM – L’aria di mare fa bene al CUS: 3-1 a Cellole!

CELLOLE – Dopo due sconfitte consecutive, le prime in campionato, erano tante le aspettative che il CUS riponeva sulla trasferta di Cellole. I ragazzi di mister Di Caprio non si potevano proprio permettere di tornare a casa a bocca asciutta, e infatti hanno rispettato le consegne: successo per 3-1 e primo posto momentaneo a quota 21 punti (Sparanise, a 17, e i Normanni, a 16, devono recuperare rispettivamente una e due gare).

PRIMO SET (22-25) – Forse condizionati psicologicamente dall’obbligo di ottenere i tre punti, nella palestra-scatola (il soffitto era davvero basso) dell’istituto “Fermi” l’approccio dei Vanvitelliani è stato tutt’altro che esaltante. I soliti errori al servizio e qualche incomprensione di troppo hanno fatto sì che i padroni di casa abbiano condotto le danze fino al 16-11. Fortunatamente per Caserta, però, Monaco ha realizzato il punto giusto che ha girato l’inerzia del set. Panico, Buanne e Caretto subito si sono allineati allo spirito del numero 12, distintosi anche al servizio, e hanno portato il CUS in vantaggio 22-20. Poi c’ha pensato Volpe, con rabbia, a realizzare le schiacciate decisive che hanno chiuso il primo set 25-22 per gli Universitari.

SECONDO SET (25-23) – Il secondo set è stata una fedele replica del primo, solo a parti invertite. Caserta infatti dà l’impressione di poterlo fare suo facilmente grazie alle conferme di Monaco, la reattività di Buanne e alle battute tese di Sgueglia. Un mix che porta il team di Di Caprio in vantaggio 14-10. Poi comincia il festival degli errori che rimette in gioco la squadra di Cervone: il Cellole guadagna terreno, ci crede, si gioca il set punto su punto, e lo conquista con il punteggio di 25-23.

TERZO SET (18-25) – Nella terza frazione Caserta dà il meglio di sé. Il set viene condotto dall’inizio alla fine. Volpe e Buanne alzano le percentuali realizzative, Caretto si fa rispettare a muro, De Lucia cresce e anche i neo entrati Bencivenga e Appollonio danno una grossa mano, facendosi notare rispettivamente in ricezione e al servizio. E’ ancora Volpe a realizzare, così com’era avvenuto nel primo set, i punti decisivi: 25-18.

QUARTO SET (20-25) – Il quarto set è stato equilibrato, giocato a oltranza dalle due squadre fino al 15-15. Poi Panico e Caretto, davvero in crescita il numero 24, hanno suonato la carica e garantito al CUS un margine di vantaggio di cinque punti. Sul 17-22, i Vanvitelliani iniziano ad assaporare la vittoria. Panico si mette in evidenza con un ace, Volpe schiaccia con disinvoltura e il capitano Pascarella, servito dal solito Sgueglia, mette la parola fine al match. Il CUS è tornato.

Luigi Fattore

Segreteria CUS Caserta